L’OPINIONE DI ALESSANDRO MOLLO: ISCHIA CALCIO, DA PIANURA UN BUON PARI ED UN INDIZIO

Per la prima volta il Pianura esce dal campo senza i tre punti. Tutto merito di una buona Ischia Calcio. La squadra di mister Monti ha giocato, in uno stadio difficile come il “Simpatia” di Pianura, una gara attenta, disciplinata, quasi impeccabile in fase difensiva. Dietro Chiariello e compagni hanno tenuto botta alla grande contro clienti scomodi come Pirone e Borrelli. Sono mancati, invece, i guizzi di chi, nel corso dei mesi estivi, è stato tesserato per fare la differenza e che finora ha brillato a sprazzi. Peccato, davvero. Sono fortemente convinto che, in particolar modo nella ripresa, l’Ischia Calcio avrebbe potuto vincere la partita, con un pizzico in più di convinzione, di cattiveria e forse di peso in avanti. Un colpaccio al “Simpatia” avrebbe di fatto azzerato il primo mese e mezzo altalenante ed avrebbe dato un messaggio forte e chiaro, al mondo ed allo spogliatoio gialloblù in primis, alle rivali in seconda battuta. E ciò non vuole in alcun modo sminuire l’ottima prestazione degli isolani, che hanno confermato tutti i progressi già mostrati nelle ultime due settimane. L’Ischia è in crescita, inizia ad esprimersi da squadra, ma deve imparare a mordere. La squadra di Monti ha riscoperto l’importanza di avere un “giovanotto” quale Gigi Mennella tra i pali (tra i migliori in campo oggi), che, al di là di due interventi molto importanti, ha dato sicurezza all’intero reparto con le sue uscite, con i richiami verbali ai compagni. Gigantesca anche la prestazione di Saurino al centro della difesa. Se lo avessi visto giocare oggi per la prima volta, sarei stato certo di vedere all’opera un difensore nato e cresciuto in quel ruolo.

L’Ischia torna a casa dalla trasferta di Pianura con un buon punto e con un indizio acquisito negli ultimi impegni di campionato e di Coppa: i gialloblù non sono inferiori a nessuno. Bisogna crederci.

La partita. Equilibrata e con poche emozioni nel primo tempo. Monti manda in campo il giovane Buono, per la prima volta in campionato. Monti e Rubino sono out per infortunio. Non ci sono vere occasioni da gol nei primi 45′. I padroni di casa non riescono a superare il muro difensivo eretto da Chiariello e Saurino e si devono affidare a conclusioni dalla distanza (18′ e 27′) ma Mennella risponde alla grande. L’Ischia concede poco, ma nel primo tempo non si fa mai vedere dalle parti di Navarra. Nella ripresa i gialloblù invece sono subito pericolosi con un traversone dalla destra, ma nessuno è pronto al centro area alla deviazione vincente. Poi due manovre del Pianura con Borrelli che, prima serve Cardore  (conclusione fuori), poi si mette in proprio, ma Mennella è attento. Ancora “Superman” Gigi deve intervenire al 36′ per salvare i suoi. Nel finale di gara, però, è l’Ischia ad avere le migliori occasioni: al 44′ Fabrizio Esposito fa tremare la traversa dalla lunghissima distanza. Al 48′ Pellini viene espulso per doppio giallo, il susseguente calcio di punizione di Mario Sogliuzzo è molto pericoso e per poco non serve un prelibato bignè sulla tavola domenicale dei tanti tifosi isclani.

Alessandro Mollo

 

Informazioni sull'autore

Potrebbe interessarti anche…

LACIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *