mercoledì, Luglio 24, 2024
Visita il sito

L’INDIRIZZO ITTL DELL’IIS MENNELLA DI ISCHIA: RESILIENZA VISIONE INNOVAZIONE



di Giuseppina Di Guida


Nel 2015 sono diventata la Dirigente dell’Istituto “Cristofaro Mennella”, un istituto che comprendeva allora due  indirizzi tecnici (l’indirizzo nautico e l’indirizzo economico per il turismo) e un indirizzo professionale, noto sull’isola come indirizzo meccanico-termico.

Mi attendeva un ruolo impegnativo in un territorio tanto affascinante , quanto complesso. Dirigere   un istituto tecnico-professionale con 3 indirizzi di studio, con sedi dislocate su tre Comuni, un istituto che era il risultato di percorsi culturali ed amministrativi eterogenei e fortemente legati all’economia dell’isola d’Ischia, era una bella sfida. Una sfida che ho accettato e portato avanti con passione,  aggiungendo  al prezioso mosaico che si è andato perfezionando negli anni un tassello dopo l’altro , compresa la mia scelta personale di diventare cittadina del  Comune di Forio a tutti gli effetti.

Ereditavo una scuola che dal lontano 1974 aveva visto i suoi ex allievi dell’indirizzo nautico raggiungere  i massimi livelli della carriera di Ufficiali di Coperta e di Macchine su navi da crociera e navi mercantili, dando lustro e generando benessere all’isola tutta.

Ereditavo un patrimonio di saperi, buone prassi e relazioni professionali sapientemente governato dai miei predecessori…in particolare dai DDSS Pastore, Angela Procaccini e Mario Sironi  e per la gestione amministrativa dalla DSGA Luisa Patalano.

Ma i problemi da affrontare non mancavano di certo, ne ricorderò brevemente solo alcuni.

Alle condizioni di disagio che potrei definire “strutturali” per l’Istituto, ovvero il turn over del personale, la gestione di più sedi, il pendolarismo di docenti e ATA, per l’ITTL si aggiungevano altre criticità :  da pochi mesi  era partito il Sistema di Gestione Qualità dei Percorsi Nautici; nella sede storica del Nautico in via Verde a Forio c’era stato il crollo di un soffitto in un’aula pochi mesi prima e i lavori non erano ancora iniziati, molti docenti delle materie di indirizzo non erano di ruolo e i laboratori a disposizione per gli allievi erano solo due, quello di Navigazione con il simulatore e un Laboratorio di Macchine.

Mi fu subito chiaro che l’ITTL necessitava di una forte spinta verso nuovi scenari culturali e nuove prospettive occupazionali per essere al passo con il Sistema di Gestione della Qualità, per dare risposte sempre più pressanti all’utenza e per dare più dignità  ad un percorso di studi che da marginale, quale era stato fino a quel momento considerato , aveva in sé tutte le potenzialità per diventare un indirizzo di studi strategico per l’isola d’Ischia.

Mi fu altrettanto chiaro che avrei potuto contare sull’impegno inesauribile e sulla professionalità encomiabile dei  docenti e  del personale ATA.

Il progetto culturale di consolidare  quanto era stato fatto fino a quel momento e aprire nuove piste di lavoro e nuove progettualità affascinava e teneva insieme chi ha fatto della scuola il suo luogo di crescita professionale, chi ritiene che l’insegnamento sia il “mestiere” più bello del mondo.

Ringrazio  i docenti e  il personale ATA  che hanno creduto sin dall’inizio nel Piano di Miglioramento che ho proposto e che dal 2015 stiamo realizzando, con grande passione e dedizione. Insieme  abbiamo  saputo fronteggiare tutti i momenti difficili che in questi anni non sono mancati.

Ringraziare i genitori, le studentesse e gli studenti  che  si affidano a noi con fiducia e  accolgono con entusiasmo la nostre proposte didattiche, vedendo in noi dei “capitani” che sanno ben tracciare la rotta del loro futuro.

Ringrazio le Autorità civili, religiose e militari, le associazioni di categoria, gli Enti culturali, le aziende che supportano il nostro percorso educativo e didattico, dalle molteplici articolazioni.

Ringrazio l’attuale Direttore dei Servizi Generali Amministrativi Luca Capasso che, pur essendo giovanissimo, sta dando un valido contributo alla vita della nostra scuola.

Oggi l’ITTL può essere considerato l’indirizzo trainante dell’offerta formativa del “Cristofaro Mennella”, non solo per il numero di iscritte e di iscritti costantemente  in crescita , ma per essere una vera e propria  “fucina” di idee che riceve  stimoli e trova attuazione anche negli altri indirizzi di studio, che nel frattempo da tre sono passati a 4. Accanto agli indirizzi già presenti al momento del mio insediamento, si sono aggiunti due nuovi professionali il Tecnico dei Sistemi Energetici e  l’indirizzo Servizi per la Sanità e l’Assistenza sociale. Tutti e quattro gli indirizzi lavorano in sinergia tra di loro: contaminazione culturale, scambio e confronto di idee sono diventate una caratteristica essenziale delle nostre prassi didattiche.

Oggi il Nautico di Ischia è parte costitutiva della RE.NA, la rete degli Istituti Nautici Italiani, è  membro fondatore dell’ITS Mare Trasporti marittimi, sostiene lo sviluppo dell’economia del Mare  che attualmente rappresenta una grande opportunità di lavoro, qualificato, stabile e nella maggior parte dei casi ben remunerato, per i nostri giovani.

E’ noto agli operatori di settore e in particolare agli studiosi del mercato del lavoro che il mare è senz’altro uno tra i più importanti asset del capitale del nostro Paese. In esso troviamo parte della storia economica e del suo attuale potenziale produttivo.

L’ offerta formativa dell ‘ITTL del “Cristofaro Mennella” oggi comprende sia le opzioni storiche “Conduzione del mezzo Navale”, “Conduzione di apparati impianti marittimi “ , che il nuovo indirizzo “Logistica”, la sperimentazione dell’opzione “Conduzione di apparati impianti elettronici di bordo”, un Job Center per l’orientamento alle professioni del mare legate al trasporto mercantile, alla logistica di bordo e di terra , alla nautica da diporto, la certificazione Marlins per l’inglese marittimo, progetti di inclusione sociale che fanno leva sull’attrazione verso la cultura  del mare di tanti giovani ischitani.

Siamo un esempio di best practices che coniuga competenze proprie del settore Education con quelle afferenti al training, e che cerca di soddisfare le esigenze del sistema istruzione e le richieste del cluster marittimo, entrambe in continua evoluzione.

I nostri percorsi sono strutturati su una dimensione internazionale e i risultati di apprendimento rispondono agli standard formativi stabiliti dall’STCW (Standard of Training, Certification and Watckeeping for Seafarers) nonché dal D. M. 251 del 25.7.2016 .

È un sistema tecnico di alta specificità, affidabile, certificato, monitorato e valutato da enti esterni internazionali quale l’EMSA, European Maritime Safety Agency, ente tecnico dell’Organizzazione Marittima Internazionale, che consente ai nostri alunni la possibilità di imbarcare con la qualifica di allievi Ufficiale di coperta, di macchine ed elettrotecnico di bordo, essendo il diploma ITTL titolo abilitante immediatamente spendibile nel mondo del lavoro .

Per poter  garantire uno standard formativo, riconosciuto a livello territoriale e mondiale basato su eccellenti competenze di settore e su una formazione tecnologicamente innovativa e digitale l’istituto “Mennella” negli ultimi anni si è dotato di:

• infrastrutture laboratoriali altamente specialistiche quali simulatori di coperta, di macchine, di elettrotecnica, simulatori di cielo, vogatori, telescopi, aule immersive, tecnologie per realtà aumentata e metaverso;

• strategie per la formazione del personale con abilità e competenze proprie specialistiche di settore, costantemente aggiornate e legate agli standard ISO 9001;

• collaborazioni sistemiche con gli ITS , enti e associazioni del cluster marittimo, quali capitaneria/direzione marittima, compagnie di armamento , associazioni culturali e sportive oggi qui presenti al fine di consolidare sinergie funzionali a ridurre il mismatch che oggi caratterizza il raccordo tra formazione e mondo del lavoro.

Dicevo prima che mi fu chiaro al mio insediamento come Dirigente che  “bisognava dare più dignità  ad un percorso di studi che da marginale, quale era fino a quel momento considerato , aveva in sé tutte le potenzialità per diventare un indirizzo di studi strategico per l’isola d’Ischia”.

Oltre all’arricchimento e alla qualificazione dell’offerta formativa , bisognava dare all’Istituto una sede più adatta alle nuove esigenze dell’utenze con spazi più ampi per poter dotare la scuola di più spazi laboratoriali. Dopo alterne vicende che non sto qui a ricordare, in quanto ben note a tutti gli ischitani, grazie alle interlocuzioni proficue con il Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino  e il Sindaco  della Città Metropolitana di Napoli Luigi de Magistris, il Mennella è riuscito ad ottenere la sede dove oggi siamo riuniti. Un risultato straordinario per le condizioni dell’edilizia scolastica delle scuole secondarie di secondo grado dell’isola d’Ischia, da sempre alla ricerca di sedi e di ambienti idonei.

Nei prossimi mesi si scriveranno pagine nuove sullo stesso tema, in quanto dovrebbero iniziare i lavori di riqualificazione dell’intero stabile con i fondi PNRR ottenuti dalla Città Metropolitana  di Napoli. Consentitemi di sottolineare il “dovrebbero”…..il condizionale è d’ obbligo, visto che ad oggi non ci è pervenuta alcuna comunicazione ufficiale sull’inizio di tali lavori. Noi auspichiamo che i lavori vengano realizzati, nell’interesse di tutta l’isola che finalmente potrebbe disporre di un nuovo del nostro Paese edificio scolastico con caratteristiche innovative ed ecosostenibili.

Vorrei concludere il mio intervento con una riflessione sull’importanza della formazione marittima anche in realtà “piccole” come l’isola d’Ischia.

Un paese è moderno se riesce a garantire istruzione di qualità in ogni parte del suo territorio e, quindi, le scuole e in special modo quelle delle isole minori possono e devono essere scuole di qualità.

Le scuole delle isole minori, e  in generale delle aree marginali del nostro Paese, garantiscono un livello qualitativo di vita ed un “benessere ambientale” molto più alto che nelle grandi città.

Sono comunità di memoria, custodi di un patrimonio di storia, arte, tradizioni e culture spesso unico e profondo, di tesori ambientali di grande valore.  

Tali scuole devono essere considerate a mio avviso un’ assoluta priorità per il Paese, da tutelare, valorizzare e far crescere, con uno sforzo congiunto di tutte le istituzioni che se ne occupano. Non più territori marginali, ma territori di importanza strategica, da tutelare.

La scuola in questi luoghi,  può promuovere processi formativi di qualità, può creare forte alleanza educativa fra scuola e territorio, può essere comunità di memoria, può promuovere qualità di apprendimento, può essere un incubatore di idee e innescare processi di innovazione e di sperimentazione, grazie ai forti legami con il territorio e le sue espressioni politiche e socio-culturali, così ben rappresentate in questa occasione e in questa sala.

In tali scuole è più agevole lavorare in vista dell’unitarietà del sapere e della trasversalità; promuovere la serena convivenza democratica ed educare alla cittadinanza attiva, consapevole e responsabile.

Il progetto culturale dell’Istituto che mi onoro di dirigere è  ispirato da questa consapevolezza e da questa vision.

Collaborazione,  inclusione, innovazione, apprendimento diffuso  sono stati finora i punti di forza dell’indirizzo ITTL dell’IIS Cristofaro Mennella.

Ho fondati e profondi motivi per affermare con certezza che continueranno ad esserlo anche nei prossimi anni.

Ringrazio tutti per l’attenzione.

- Annuncio -

Articoli Correlati

- Annuncio - nascondiglio dell'amore

Seguici sui Social

19,552FansLike
2,177FollowersFollow
9FollowersFollow

DIRETTA TV