I SINDACI ISCHITANI PRONTI AD ACQUISTARE 6MILA KIT RAPIDI

La notizia che un po’ tutti ci aspettavamo, forse un po’ tardiva, ma neanche più di tanto rispetto al resto d’Italia. Secondo alcune indiscrezioni, sembrerebbe che i sindaci isolani abbiano raggiunto un accordo di massima per procedere con l’acquisto di circa 6mila kit rapidi per scoprire eventuali casi positivi. Un’iniziativa sulla scia degli annunci del presidente De Luca che per la Campania di test rapidi ne ha acquistati 1 milione, il primo lotto arriverà lunedì, ma bisognerà capire i criteri di distribuzione e soprattutto come verranno utilizzati. Dotarsi come isola di propri kit darebbe la possibilità all’isola di non attendere il proprio turno in regione. Naturalmente i test rapidi sono molto utili per accelerare la circoscrizione dei contagi, ma non possono ne’ì completamente sostituirsi ai tamponi, ne’ rappresentano la soluzione a tutti i mali. Sarebbero però un passo in avanti soprattutto in virtù dell’enorme ritardo e delle difficoltà che si stanno avendo con i tamponi.
Come funziona un test rapido per riscontrare l’eventuale contagio da coronavirus? Il Rapid Test è di facile utilizzo, bastano poche gocce di sangue del paziente, il riscontro visivo arriva in 5 minuti e consente ai medici di conoscere subito la presenza del coronavirus Covid 19 nel paziente. Il kit è in consegna alle prime strutture ospedaliere italiane, Ischia si prepara e muove i primi passi, ma l’operazione non sarà immediata. Le aziende affidabili sono poche e la domanda in questo momento supera ampiamente l’offerta. Tuttavia, con i giusti canali si può riuscire nell’impresa. Staremo a vedere

Informazioni sull'autore

Potrebbe interessarti anche…

LACIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *