sabato, Giugno 15, 2024
Visita il sito

VIE DEL MARE, IL GRIDO DI MENA PER ENNESIMI RITARDI E DISSERVIZI: “NON SE NE PUÒ PIÙ”



Riceviamo e pubblichiamo il grido disperato di Mena, vittima di ennesimi disservizi delle compagnie di navigazione che collegano la terraferma alle isole del golfo di Napoli.

“Sono Mena Iacono, un’ isolana isolata, descrizione che va bene  per tutti gli Ischitani.

Vi scrivo per evidenziare l’ennesima partenza ritardata alle 22.40 della Caremar delle 21.50 da Napoli , di ieri sera 31 maggio, ma una data vale l’altra visto che è cosa usuale, tanto che si fa prima a chiedere alla Caremar di cambiare l’orario, soluzione semplice per cancellare un disservizio incancrenito.

Le condizioni dei trasporti dovrebbero essere equiparate a quelle delle ferrovie e dei trasporti aerei, dove le compagnie sono obbligate a risarcire i passeggeri per ritardi e disservizi.

Sotto elezioni europee, l’argomento non interessa?

Compagnie di navigazione che fanno il bello e il cattivo tempo,

Capitaneria (credo che sia ancora un organo dello stato vero)? che non controlla niente e nessuno, mentre la vita, il tempo della gente è in mano a scellerati sciacalli che fanno carte false per arrivare nelle stanze dei bottoni solo per proprio interesse, mentre la gente comune subisce senza reagire. 

Allora dobbiamo chiedere anche noi un ponte? Non si può andare avanti così senza nessuna speranza di una vita migliore per tutti.

Sono sempre stata contraria al ponte, che fa perdere un po’ del fascino dell’isola, ma io purtroppo ho vissuto gli anni 90  per andare all’università prendevo un aliscafo che arrivava a Mergellina in 30 minuti, stesso tempo che oggi ci mette per uscire dal porto…

Ma capisco che l’argomento, insieme a sanità, lavoro, ecc. ecc.ecc è troppa cosa di questi tempi…

Grazie per aver ascoltato il mio sfogo”.

- Annuncio -

Articoli Correlati

- Annuncio - nascondiglio dell'amore

Seguici sui Social

19,552FansLike
2,177FollowersFollow
9FollowersFollow

DIRETTA TV