giovedì, Giugno 13, 2024
Visita il sito

ISCHIA: INIZIO STAGIONE CON MARE ECCELLENTE SECONDO ARPAC. DA DOMANI AL VIA I NUOVI RILIEVI



di Elena Mazzella


La stagione estiva 2024 inizia con il piede giusto anzi, potremmo dire con nuotata in acque “eccellenti”  nel mare dell’isola d’Ischia. 

Gli specchi acquei intorno all’isola verde risultano infatti balneabili ed eccellenti in tutti i 25 punti stabiliti dall’ ARPAC Campania (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente).

La sorveglianza delle acque di balneazione, con la definizione di metodologie basate sulla valutazione integrata dei dati analitici di qualità delle acque e degli elementi di rischio, che viene effettuata a fine stagione estiva, ha rilevato una balneabilità di tipo eccellente per l’inizio del 2024 negli specchi acquei dei sei comuni che qui riassumiamo nel dettaglio: 

CASAMICCIOLA 4 lidi (Suorangela, Perrone, Punta della Scrofa, Castiglione)

FORIO 7 lidi (Capo Negro, La Nave, Punta Imperatore, Citara, Scogli Innamorati, Chiaia, Punta Caruso)

ISCHIA 6 lidi (Spiaggia Degli Inglesi, Spiaggia San Pietro, Punta Molino, Castello Aragonese, Carta Romana, Punta del Bordo)

LACCO 3 lidi (San Montano, S. Restituta, Fundera)

SERRARA 3 lidi (Spiaggia delle Fumarole, S.Angelo, Succhivo)

BARANO 3 lidi (Maronti, Punta della signora, Monte Barano) 

I prossimi rilievi ad opera dell’Arpac secondo il calendario inizieranno da domani, 16 aprile e proseguiranno ogni tre giorni fino al mese di settembre 2024.

Saranno da acquisire informazioni sul territorio, sulle caratteristiche geografiche, geomorfologiche, idrogeologiche delle acque, sulla qualità e sulla quantità delle fonti di inquinamento con particolare attenzione a quelle potenzialmente rischiose per la salute umana e sugli interventi mirati ad assicurare il mantenimento e il miglioramento dell’ambiente naturale e di tutti gli usi connessi alla risorsa mare. L’insieme di queste informazioni consentiranno la definizione dei “Profili di Balneazione”, previsti dalla normativa vigente, che rappresentano uno strumento fondamentale per l’informazione sulla qualità delle acque di balneazione, la presenza di fattori di rischio per la salute dei bagnanti (eutrofizzazione, fioriture algali ed eccessivo sviluppo di fitoplancton o alghe verdi o macrofite) e le misure di gestione adottate.

La direttiva UE, tenendo conto degli sviluppi scientifico-tecnologici, delle nuove strategie gestionali e degli studi epidemiologici dell’OMS, dispone nuove norme in materia di monitoraggio e classificazione della qualità delle acque di balneazione e assicura una più ampia partecipazione del pubblico.

La valutazione sulla qualità delle acque di balneazione è effettuata in relazione a ciascuna acqua di balneazione, al termine di ogni stagione balneare, sulla base dei dati relativi alla stagione balneare in questione e alle tre stagioni balneari precedenti secondo le procedure stabilite dalla norma. A seguito della valutazione è possibile effettuare la classificazione delle acque di balneazione come acque di qualità: “scarsa”, “sufficiente”, “buona”, “eccellente”. La classe di qualità si ottiene mediante calcolo statistico (Valutazione del 95° percentile (o 90° percentile) della normale funzione di densità di probabilità (PDF) log 10 dei dati microbiologici).

- Annuncio -

Articoli Correlati

- Annuncio - nascondiglio dell'amore

Seguici sui Social

19,552FansLike
2,177FollowersFollow
9FollowersFollow

DIRETTA TV