domenica, Giugno 16, 2024
Visita il sito

BELLEZZA E SUGGESTIONE NEGLI SCATTI DELLA IX EDIZIONE DI SCHERIACUP



di Elena Mazzella

Scatti magnifici della 9 edizione della regata Scheriacup che si e’ svolta ieri con partenza dal porto di Forio e che rendono l’idea della bellezza vissuta dai partecipanti alla competizione velica.

Una giornata perfetta per le imbarcazioni che con vento da nord ovest di 13-15 nodi circa hanno solcato in modo meraviglioso le acque intorno alla nostra isola. Le tante insenature e i promotori che sono stati costeggiati hanno fatto da sfondo perfetto regalando ai partecipanti un campo di regata strepitoso. 

Complice la bellezza della nostra isola e la formula decisamente originale, fanno tappa nel porto di Forio, ogni anno, velisti provenienti da tutta Italia.

Quest’anno, seri problemi logistici e organizzativi hanno creato non pochi disagi al Comitato organizzatore della Lega Navale di Ischia che per non annullare l’evento ha deciso di modificare, solo ed esclusivamente per quest’anno il format della regata.  Non a caso quest’anno manca il numero h24 vicino al nome Scheriacup. La regata, infatti, non e’ durata 24 ore ma si è trattato di un unico giro dell’isola di Ischia e Procida, per un totale di 27 miglia nautiche.

Quest’anno, la ScheriaCup è’ stata una tappa del Campionato primaverile dei Campi Flegrei, organizzato dalla L.N.I. di Pozzuoli e Bacoli, del Campionato primaverile di Napoli, organizzato dalla L.N.I. di Napoli e del Campionato primaverile Vele di Levante ed inoltre ha fatto parte del Circuito ufficiale della Classe J22.

ScheriaCup e’ Organizzata dalla Lega Navale Italiana Isola d’Ischia e dal Comune di Forio presso il Marina del Raggio Verde.   Una versione inedita per quest’anno, non la classica 24 ore ma una regata di 27 miglia che partita da Forio, ha poi girato intorno ad Ischia e Procida, sfiorato Capo Miseno ed è ritornata a Forio. La novità di quest’anno è che ScheriaCup ha riunito le prove dei tre campionati: il Primaverile al Vele di levante e al Campionato dei Campi Flegrei presenti già nel 2023 ai quali si è aggiunto lo storico Campionato Primaverile organizzato dalla Lega Navale di Napoli. A questi si è unita la rinata classe J22 con un numero totale di 77 iscritti che ha consacrato una crescita della manifestazione. Almeno per quest’anno l’enorme potenziale non si è espresso fino in fondo il grande protagonista è infatti stato il maestrale, venerdì in negativo, la burrasca ha infatti impedito a molte imbarcazioni di raggiungere l’isola. Ieri alle 1208 sono quindi partite 34 imbarcazioni ma questa volta il maestrale è stato protagonista positivo, ha infatti regalato una condizione spettacolare: vento fresco ma non troppo, sole e mare agitato hanno reso impegnativa ma memorabile questa giornata. Al rientro a terra erano tutti soddisfatti. I vincitori di classe sono stati nella Classe Gran Crociera Zen2 il First45 di Cesare Bertoli della LNI Pozzuoli, nella classe ORCB Xtension l’X332 di Roberto Guerrasio che difende i colori della Compagnia della Vela di Salerno e Nientemale il First40 di Pippo Osci e Riccardo Calcagni  della LNI Pozzuoli nel Gruppo ORCA. Nella classifica assoluta,  denominata Overall, primo è arrivato Nientemale, seconda Gaia di Marco Mattiello del Circolo Marina della Lobra e terza X-tension. Il prossimo anno si correrà la decima edizione ed è ferma volontà del comitato organizzatore ripartire anche con la 24 ore, superare i precedenti record di partecipazione e portare alcune novità interessanti.  Molto soddisfatti Luca Ghezzi in rappresentanza del Campionato dei Campi Flegrei e Michele Sorrenti neo Presidente della LNI di Napoli che hanno confermato la bontà del format anche in ottica futura. Presente alla premiazione di stamane l’assessore Nicola Monti del Comune di Forio il quale ha sottolineato come ScheriaCup sia ormai patrimonio dell’intera isola d’Ischia e non solo del Comune di Forio.  Una menzione particolare all’imbarcazione Teespera dell’Armatore Dario D’Ambrosio della Lega Navale di Castellammare di Stabia, partito da Castellammare sabato prima dell’alba con la mareggiata ancora in corso che per pochi secondi non è riuscito a tagliare in tempo la linea di partenza. Nella vela del resto non vi sono certezze perché in mare tutto può accadere ed è questo sensazione di vivere ogni volta un’avventura “unica” che rende questa disciplina così affascinante

- Annuncio -

Articoli Correlati

- Annuncio - nascondiglio dell'amore

Seguici sui Social

19,552FansLike
2,177FollowersFollow
9FollowersFollow

DIRETTA TV