GARDENING IN UNO DEI LUOGHI PIÙ AFFASCINANTI DI ISCHIA: LA MORTELLA APRE I CANCELLI AL WORKSHOP DI GIARDINAGGIO

Come preannunciato nei giorni scorsi, presso i Giardini La Mortella sono iniziate le lezioni con l’Arch. paesaggista Maurizio Usai nell’ambito della prima edizione del “Weekend residenziale di giardinaggio” promosso dalla Fondazione Walton e dedicato alla scoperta dei segreti del giardinaggio ai più alti livelli.

Per tre giorni, a partire da oggi, dodici partecipanti, tre dei quali residenti sull’isola d’Ischia e il resto provenienti da diverse parti d’Italia saranno immersi nella straordinaria natura dei Giardini La Mortella, tra piante esotiche e rare, il suggestivo ambiente roccioso, i muri a secco e i panorami sul mediterraneo.

“Questi giardini rappresentano uno degli elementi più straordinari che abbiamo in Italia, e potremmo dire anche in Europa, perché nati in una condizione ambientale estremamente difficile. Era, in origine, una gola rocciosa senza vegetazione, mentre adesso è un’oasi naturale, quasi una foresta nella parte bassa, mentre salendo nella collina troviamo ambientazioni diverse, più aride e asciutte. Un territorio perfetto per chi vuole studiare in che modo ambientare il proprio giardino” ha raccontato l’Architetto Usai.

Il corso si propone di dare una visione completa di quello che è un corretto approccio al giardino in ambito mediterraneo, partendo dalle basi riguardanti il clima, i paesaggi, i suoli, per affrontare poi temi più specifici che consentano di organizzare e gestire adeguatamente il proprio giardino o terrazzo. Ampio spazio sarà quindi dato all’approfondimento nella conoscenza delle diverse tipologie di piante e materiali, così come alla loro coltivazione e anche al modo in cui comporle per creare insiemi armonici e facili da mantenere.

Questa nuova esperienza accademica promossa dalla Fondazione Walton,  si pone l’obiettivo di diffondere la cultura del verde e al tempo stesso di intercettare per Ischia un target turistico sempre più consapevole e attento al bello.

Potrebbe interessarti anche…

LACIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *