BABY GANG ANCORA IN AZIONE, DANNI A CASAMICCIOLA E FORIO. I COMMERCIANTI: ” NON NE POSSIAMO PIU’ “

Dopo il video arrivato dal Corso di Lacco Ameno, dove un gruppo di bambine metteva in disordine l’esterno di un locale e rompeva una vetrina, il grido di disperazione questa volta arriva da Casamicciola e da Forio. Nel comune termale, ad essere vittima di atti vandalici da parte di una delle tante baby gang, è stato il negozio “Nu Poco e Ischia”: è stata infatti distrutta la botte con il piano in ceramica che era all’esterno dell’esercizio commerciale di Domenico Schiano. Dal video non si può notare il momento in cui il gruppetto di ragazzini compie il gesto provocando il danno di cui parlavamo prima, ma si può comunque notare come in maniera del tutto ingiustificata due di loro salgano su una saracinesca per provare ad aprire gli armadietti (chiusi) in cerca di qualcosa da rubare o magari semplicemente da danneggiare. Questo è solo uno dei tanti episodi che si verificano in piena notte nel corso di Casamicciola ed è un vero e proprio grido di disperazione quello che arriva da commercianti, residenti del posto e villeggianti per bene. Oltre agli atti vandalici sono all’ordine del giorno stupidi giochi o atti di bullismo che vedono i bambini picchiarsi tra loro e riprendersi con i cellulari per poi celebrare sul web la “grande vittoria”. L’inciviltà e l’illegalità regna sovrana sulla nostra isola in modo particolare nel mese di Agosto in cui si raggiungono livelli inaccettabili. Nella maggior parte dei casi di questo tipo, si tratta di vere e proprie baby gang che mettono in disordine intere zone ad ogni ora della notte. Al netto della non sufficienza dei controlli di Polizia Municipale e Forze dell’Ordine in genere, il problema è a monte: i bambini restano svegli la notte in quanto nelle loro case si alternano veri e proprio turni per dormire poichè gli spazi disponibili non sono sufficienti per il numero di ospiti (non registrati e nella maggior parte dei casi pregiudicati) che prendono in fitto gli appartamenti.

Diverso il caso di Forio, avvenuto tra l’altro proprio stanotte. Il gestore del locale Area 70 Ivano Serpico ha denunciato sui social l’incredibile vergogna avvenuta all’esterno del suo locale in piena notte. Scrive così: “Tutto buttato in aria, con delle buste con dei pannolini sporchi dentro, fuori la porta…Lo schifo piu’ totale, questo e’ il turismo che portiamo, facciamoci un’esame di coscienza tutti…”. In questo caso forse non saranno stati protagonisti bambini, forse sì, magari è un dispetto, ma non cambia il messaggio che vogliamo lanciare: la politica, tutti gli attori del turismo ischitano e prima di tutti i cittadini (primi responsabili della mancata selezione dei propri clienti e dei fitti abusivi) devono mettere in atto azioni concrete e forti per rendere quasi del tutto inesistenti problemi del genere. Necessitiamo di controlli di tutte le Forze dell’Ordine a monte e a valle; a monte sui fitti abusivi (e qui i Vigili Urbani potrebbero fare tanto) e a valle con controlli più mirati di Carabinieri e Polizia. Le risorse non sono mai abbastanza, ma con un po’ di organizzazione e di volontà si può fare sicuramente di più di quanto (non) si faccia ora.

 

 

 

Informazioni sull'autore

Potrebbe interessarti anche…

LACIA IL TUO COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *